Promo Progetto "Giovani per l'Inclusione"

Il progetto “Giovani per l’Inclusione”, è finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il progetto, attuato dalle Associazioni Agenzia Giovani per i Giovani e Terre del Verismo, si pone quale finalità generale la promozione della cultura della legalità, dell’inclusione sociale, e dell’orientamento nel mercato del lavoro, il tutto svolto attraverso un’attività di rete impegnata nella ricerca e nel supporto a beneficio di tutti quei giovani a rischio emarginazione sociale.
L’azione è diretta alla promozione della cittadinanza attiva, investendo nel capitale umano e ponendo i Giovani al centro del progresso di sviluppo sociale del Calatino Sud-Simeto; beneficiari sono tutti i giovani di età compresa tra i 14 e i 35 anni, in situazione di disagio sociale e/o culturale, che sono a rischio emarginazione; giovani che hanno voglia di incontrarsi, conoscere, progettare, costruire e condividere idee, progetti, e percorsi.
I tipi di consulenze previste all’interno del progetto, erogate a titolo gratuito sono: Orientamento legale, Mediazione interculturale, Mediazione sociale e familiare, Formazione per la creazione di impresa, Orientamento professionale, Micro credito del lavoro, Ricerca attiva del lavoro, Consulenza del turismo sociale e Laboratori in sinergie con le scuole.
Sarà possibile fruire delle consulenze attraverso uno sportello dedicato a Caltagirone dal lunedì al venerdì, e su richiesta nei restanti 14 comuni del comprensorio del Calatino Sud-Simeto.
Altre attività saranno svolte attraverso workshop, laboratori, e corsi di formazione, il comune denominatore dell’intero Agire, è quello di sostenere la creatività, l’educazione all’imprenditorialità, come precursori dell’inclusione sociale. Un’opportunità di pensare al lavoro dando spazio agli interessi e alle idee, conferendo identità a tutti quei giovani che vivono il rischio emarginazione.
Il principale risultato atteso è quello di far accrescere nei giovani coinvolti la consapevolezza di poter contribuire attivamente allo sviluppo delle proprie comunità. Gli stessi giovani diventeranno, nel corso di tutto il progetto, protagonisti della misurazione del “fabbisogno sociale del territorio”, della FIL (Felicità Interna Lorda) e del Rating sociale.

  • admin
  • 23/09/2016