CALTAGIRONE - LINEE GUIDA PER “IL SUPERIORE INTERESSE” DEL MINORE E GESTIONE DELLA CARTELLA SOCIALE

Una sessione formativa interamente dedicata alle figure operanti nei nuovi progetti FAMI di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati avviati lo scorso 17 gennaio e gestiti dalla Cooperativa San Francesco e dal Consorzio Umana Solidarietà, questo è l’intento degli incontri previsti per il prossimo 22 gennaio nella sede del CPA FAMI “I colori del Mondo” di Caltagirone.
 
Nel corso della mattina nella sala conferenze di via Altobasso San Luigi a partire dalle ore 9.00, dopo gli indirizzi di saluto del Presidente della Cooperativa e del Consorzio che gestiscono i FAMI, Rossana Russo, seguirà la presentazione e il confronto sulle linee guida per le strutture di prima accoglienza, con la lettura guidata a cura di Paolo Ragusa, Presidente del Centro Studi C.E.S.T.A. e una discussione condivisa a cura di Rocio Muniz, Referente UNHCR, Silvia Faggin, Referente Save The Children; e Elena Marchetti, Referente OIM.
 
Nel pomeriggio vi saranno due sessioni differenti a partire dalle 14.30, la prima sempre nella sala conferenze di via Altobasso San Luigi, destinata a tutti i professionisti componenti l’equipe dei nuovi progetti FAMI 1630 “Synstema”, 1634 “Tarhib Sicilia” e 1651 “Integra”, nel corso del quale verrà trattato il tema relativo alla gestione e  compilazione  della cartella personale a cura di Rocio Muniz, Referente UNHCR e di Rosalinda Barbanti, Referente del progetto FAMI 1094 “I colori del Mondo” di Caltagirone. La seconda sessione pomeridiana, rivolta agli operatori di vigilanza e agli ausiliari dei medesimi progetti, si svolgerà nella sala informatica di via Santa Maria di Gesù, 2 e affronterà i seguenti temi: adempimenti gestionali e nozioni di base di primo soccorso, a cura di Gesualdo Piazza, Referente area vigilanza del progetto FAMI 1094 “I colori del Mondo” di Caltagirone; mentre Marta Venezia, Psicologa Referente del progetto FAMI 1094 “I colori del Mondo” di Caltagirone, presenterà le schede di osservazione sugli indicatori di vulnerabilità.

  • ilsolidale.it
  • 22/01/2018